Decoder / dtt / player / Decoder digitale terrestre

Segnale digitale terrestre canali rai

Inviata da daltogiuseppe il 02 novembre 2010 - alle ore 11:07:41

ho l'antenna logaritmica per il digitale terrestre e l'antenna parabolica montate sullo stesso palo. I canali rai 1,2 e 3 fanno delle interferenze come se ci fosse un eccesso di segnale. Qualcuno mi suggerisce di separare le due antenne perchè la parabolica comporta delle interferenze. Però vedo che anche abitazioni vicine hanno le due antenne montate sullo stesso palo l'una sopra l'altra. Può essere questo il problema? Faccio presente che l'impinato l'ho perfettamente revisionato, ovvero l'antenna è nuova, ho passato un cavo coassiale nuovo e ho comprato un miscelatore uhf nuovo. Tutti gli altri canali si vedono benissimo, solo i Rai fanno questi rumori che ripeto sono tipici di come quando arrivasse all'improvviso un picco di segnale. Grazie a chi riuscirà a comprendere la mia domanda e dare una risposta, un consiglio.

Soluzioni degli esperti

Soluzione di Piersan il 02 novembre 2010 alle ore 11:19:55

Salve. Per poterle dar una risposta, occrre conoscere in quale comune risiede, per capire anche su quale frequenza sono trasmessi i canali Rai. Immagino, poi, che si riferisca a canali digitali. L'ntenna terrestre e quella satellitare raramente interferiscono fra loro, a meno che non sia talmente vicine da sovrapporsi... Il problema può dipendere dall'amplificazione dell'antenna terrestre, se presente, dal puntamento o da altro. Mi faccia sapere intanto da quale comune scrive, quali componenti ci sono nell'impianto (un miscelatore o amplificatore? cosa ci fa con un miscelatore se l'antenna è una sola?) poi cercheremo una soluzione insieme.

Commento di daltogiuseppe del 02 novembre 2010- alle ore 11:44:55

chiedo scusa per la pochezza di informazioni, incomplete e risicate.
io scrivo dalla provincia di salerno, comune di sala consilina, antenna puntata verso teggiano.
parabola e antenna terrestre sono montante sullo stesso palo, il polo più lungo della terrestre tocca la padella della parabolica. il palo è corto e riesce a contenere le due antenne solo se montate vicinissime. prima del digitale terrestre non avevo alcun tipo di problema. veniamo adesso all'impianto premettendo che io chiamo logaritmica l'antenna terrestre chi me l'ha venduta l'ha definita "a spina di pesce". i due cavi coassiali, uno uscente dalla parabola l'antro dall'antenna tv, entrano rispettivamente in una piastrina metallica con due ingressi e due uscite che io credevo fosse un miscelatore, adesso però in base alla risposta ricevuta non so cosa sia. di particolare c'è il fatto che non è isolata in una apposita scatoletta in plastica e ha integrato un diodo di colore rosso. da questa piastrina metallica escono due cavi coassiali di cui uno va al decoder satellitare l'altro al digitale terrestre. non c'è quindi alimentazione all'antenna. devo anche dire che nel menu del digitale terrestre c'è una funzione che attiva una alimentazione all'antenna di 5 volt. se attivo la funzione esce il messaggio sovraccarico antenna e non si vede nulla. sono quasi certo che bisognerebbe alimentare l'antenna con apposito alimentatore però prima vorrei capire se effettivamente bisogna separare la terrestre dalla parabola e poi pensare di fare altri aggiustamenti. devo anche dire che in situazioni climatiche buone questi disturbi non si avvertono, quindi il cattivo tempo può causare i picchi a cui facevo riferimento. quello che non mi spiego, per esempio, è perchè indipendentemente dal meteo i canali mediaset si vedono perfettamente, mentre rai , 2 e 3 danno sempre questo problema.
quindi, in definitiva, quello che vorrei fare e migliorare il più possibile l'impianto d'antenna in modo che se dovessi avere sempre lo stesso problema sarei cosciente del fatto che tutto ciò che era nelle mie possibilità è stato eseguito e che quindi il problema non è più il mio ma del mux, del meteo, ecc.ecc.
grazie.

Soluzione di Piersan il 02 novembre 2010 alle ore 12:38:21

Ora ne so qualcosa in più, anche se ci sono ancora punti oscuri... Resta da chiarire: a) che tipo di antenna terrestre è montata, se è una logaritmica VHF+UHF o solo una UHF. E' importante, perché da Teggiano la Rai trasmette il multiplex 1 (canali Rai Uno, DUe , Tre) in banda VHF sul canale E6 polarizz. orizzontale, mentre tutti gli altri canali (Mediaset. ecc. ) sono in banda UHF. Se lei avesse solo una UHF dovrebbe montare anche una antenna VHF e miscelarla opportunamente all'altra. b) che cos'è quel modulo con il led rosso in cui entrano i cavi delle antenne terrestre e sat, e da cui escono ancora due cavi... se fosse un miscelatore ne uscirebbe uno solo. Forse uno scaricatore di sovratensioni o scariche atmosferiche? E poi, se si trova all'esterno, perché non ha un scatola di protezione? E' esposto alle intemperie? Se il led rosso si accende, deve essere alimentato, quindi in casa deve avere un alimentatore. Sarebbe comunque bene che le due antenne, la terrestre e la sat, non si toccassero, seppure vicine; il contatto accidentale, provocato dal vento, può creare disturbi soprattutto alla ricezione terrestre. Mi tenga informato, credo che il suo caso sia facilmente risolvibile, avendo tutti gli elementi.

Commento di daltogiuseppe del 02 novembre 2010- alle ore 14:55:58

Http://www.cercaincasa.com/img/5938_596448.jpg l'immagine riportata in questo link rappresenta l'antenna che ho montato. la piastrina è sotto le tegole, quindi all'interno della casa e non è esposta alle intemperie. questa scatolina non è assolutamente alimentata, glielo dico per certo perchè non ci sono cavi di corrente elettrica connessi e inoltre il cavo coassiale uscente entra direttamente nel digitale terrerstre. anche questo glielo dico per certo perchè il cavo coassiale, scende sulla parete esterna della casa e non è stato passato attraverso l'impinato elettrico. (casa un po' vecchia in centro storico con impianto effettuato successivamente quindi in questo modo con due fori di trapano è stato effettuato l'intero impianto d'antenna).

Soluzione di Piersan il 02 novembre 2010 alle ore 15:45:44

Bene, la sua antenna è logaritmica, quindi dovrebbe ricevere siala VHF sia la UHF. Puntata verso TEggiano le permette di ricevere tutti i canali, Rai e privati. Ora, non è ancora chiaro cosa sia la "piastrina"... se potesse inviarmi una imamgine anche di quella... Ma il led rosso è acceso? Magari si alimenta con la tensione inviata dal decoder sat verso l'LNB. Ma non capisco ancora a cosa serva... Tenterei una prova, se ne è in grado, saltare questa "piastrina" per quanto riguarda l'antenna terrestre, cioè staccare i cavi che provengono dall'antenna e dal decoder e collegarli insieme, magari usando un giunto a connettori F. E vedere poi se la situazione migliora o peggiora, così facendo, forse, capiamo anche cosa può essere la "piastrina" misteriosa...

Commento di daltogiuseppe del 02 novembre 2010- alle ore 18:42:52

la piastrina mi sa che è un partitore perchè adesso che mi viene in mente è stato utilizzato per portare un altro cavo antenna in un'altra stanza. poichè lei è stato molto chiaro e preciso, le dico che l'abitazione in cui c'è il problema è casa di mia madre. l'abitazione è un po' vecchia e si trova nel centro storico del mio paese. per tali motivi quando è stato fatto l'impianto d'antenna è stata montata l'antenna sul tetto ed è stato fatto calare il cavo coassiale sulla parete esterna della casa. giunto a destinazione, quindi in prossimità del lato cucina soggiorno è stato praticato un foro col trapano e il cavo coassiale è entrato in casa giungendo fin dietro il decoder digitale terrestre, e prima ovviamente la stessa tv. quella piastrina è stata messa sotto il tetto, alzando una tegola e curvando un po' di cavo, forse proprio per proteggerla dalle intemperie e considerato che non ha protezione in plastica propria. quel led di colore rosso non è un led, è un diodo o comunque un componente elettronico saldato sulla piastrina, non si accende. io lo definisco diodo perchè qualche anno fa a scuola lo studiammo e aveva proprio questa forma. ritengo che la prova che mi suggerisce sia la più logica, anche perchè avevo intenzione di togliere la parabola che mia madre non usa. troppi telecomandi e decoder la mandano in confusione, così volevo mantenere solo l'antenna logaritimica. di una cosa sola non mi riesco a capacitarmi. mi è sembrato di capire che un'antenna terrestre, per ovvie ragioni di campo magnetico, deve essere sottoposta a tensione, questo in genere è assicurato dall'alimentatore. se io collego il cavo coassiale della logaritmica direttamente al decoder, cosa che credo in linea di massima essere già così, come mai i canali li ricevo lo stesso? per esempio mio fratello, che abita in una casa praticamente adiacende la mia, con la stessa antenna logaritmica e un impianto effettuato lo scorso agosto non riesce in nessun modo a ricevere i canali rai.

Soluzione di Piersan il 02 novembre 2010 alle ore 19:24:51

Allora, il mistero continua... Di solito nei partitori non vengono utilizzati diodi... forse si tratta di unaltro componente... Comunque, rispondo alla sua ultima domanda: una antenna terrestre non deve essere alimentata in corrente continua, a meno che non sia munita di un mini-preamplificatore nel dipolo (la parte che trasforma il campo elettromagnetico in segnale elettrico). Non va quindi mai alimentata, anche perché nella maggioranza dei casi rappresenta un corto circuito per la corrente continua, quindi danneggerebbe l'alimentatore. Va alimentato, semmai, un eventuale amplificatore al quale può essere collegata l'antenna. Le parabole invece hanno bisogno di una corrente di alimentazione, fornita del decoder stesso, poiché il monoblocco che riceve il segnale è anche un convertitore/amplificatore. Tornando al suo problema, considerata anche la sua ultima informazione circa la casa di suo fratello, credo che delle due cause ipotizzate la più probabile sia la riflessione del segnale. Le frequenze VHF hanno lunghezza d'onda superiore rispetto a quelle UHF: il canale 6 sul quale trasmette la Rai ha una frequenza di circa 180 MHz, corrispondente a una lunghezza d'onda di circa 1,6 metri; ora, l'antenna ricevente dovrebbe distare almeno mezza lunghezza d'onda (80 cm) dal tetto o pavimento (e forse anche dal disco della parabola), ma è meglio che disti più della lunghezza d'onda, diciamo 2 metri. Il mio consiglio è quindi di: distanziare l'antenna logartimica dalla parabola, innalzandola fino ad arrivare a circa 2 metri dal tetto o terrazzo o dal disco stesso. Spesso infatti la perdita di qualità dei segnali in VHF è data dai cosiddetti echi brevi, cioè percorsi multipli delle onde dovuti a riflessione, che aumenta considerevolmente se l'ostacolo che riflette è bagnato. Bastano quindi poche gocce di pioggia per peggiorare la ricezione. All'antenna arriva un secondo segnale, dal basso, con alcuni nanosecondi di ritardo rispetto a quello diretto e il decoder non riesce a decodificare la trasmissione. Ho risolto personalmente almeno due casi di questo tipo, sempre per i canali Rai trasmessi in VHF. Con uno spezzone di palo da 1,5 o 2 metri, da pochi euro, potrebbe trovare la soluzione.

Commento di daltogiuseppe del 03 novembre 2010- alle ore 17:43:38

davvero non so come ringraziarla, oltre a risolvere un problema sto anche imparando qualcosa!

mi perdoni se le chiedo un'altra cosa: sabato proverò a mettere in pratica tutti i suoi consigli, a proposito di questo volevo chiederle... sempre a casa di mia madre oltre ai rumori dovuti al segnale che appunto cercherò di risolvere con i suoi consigli, anche nel televisore si sentono dei rumori molto fastidiosi. il decoder è esterno e per alcuni canali non basta alzare il volume del solo decoder per un audio ottimale. allora si agisce sul volume del televisore solo che se lo si alza lo stesso televisore comincia ad emettere il suono assordante, una specie di fruscio continuo simile a quello del passaggio della corrente. all'inizio pensavo fosse un problema della tv fino a quando si ruppe e fu sostituita con un'altra. anche quest'altra comportava lo stesso problema. l'altra sera mi sono procurato un bel 25 pollici crt che un mio amico aveva sostituito con un led e l'ho portato a casa di mia madre. beh, purtroppo anche questo fa lo stesso problema. a questo punto devo chiedermi secondo lei se il problema possa essere il decoder? oltretutto ho aperto il vano posteriore di quest'ultimo televisore e ho collegato due casse in parallelo a quelle in dotazione, di capacità superiore con la speranza di aumentare la qualità audio ed eliminare il fruscio. purtroppo nenanche in questo modo ho risolto. al momento per non sentire questo fastidio occorre tenere il volume del decoder al massimo e quello della tv al minimo, può anche andar bene così ma onn so perchè ci sono dei canali che non si sente nulla con il solo volume del dtt. mica anche in questo mi può illuminare?

Soluzione di Piersan il 03 novembre 2010 alle ore 19:32:35

Grazie a lei per... i ringraziamenti. Problema rumore audio: sì, è provocato dal decoder, si tratta di un difetto che trasforma parte del segnale video in audio, quindi udibile come un ronzio di fondo. Lo si può attenuare con il sistema che ha trovato lei, cioè ponendo al massimo il livello del volume del decoder e regolando solo la tv (il rumore infatti non varia con il livello, è fisso). Ma le suggerisco di fare questa prova: dal menu del decoder cerchi Impostazioni AV o TV, l'opzione che dà la possibilità di scegliere fra formato segnale video RGB o CVBS o videocomposito. Molto probabilmente il decoder è settato per RGB, lo modifichi in CVBS e faccia caso se il rumore di fondo sparisce. Noterà, però, che la qualità video diminuisce. Come le ho detto, è una componente del segnale video che... finisce per errore nell'audio e diventa rumore. Veda lei se può essere una soluzione. Saluti.

Commento di daltogiuseppe del 04 novembre 2010- alle ore 17:32:26

mi perdoni ancora... questa sera andrò a casa di mia madre a fare questa prova. nel primo pomeriggio, avendo anche io su una tv secondaria lo stesso decoder, che acquistammo insieme all'epoca dello switch off, ho provato a settare cvbs e ho notato che quel rumore si abbassa decisamente, ma non scompare. mi è venuta in mente una cosa: mia madre ha anche un videoregistratore. non è che sfruttando l'ingresso dello stesso potrei risolvere la situazione? (anche questa è una castronata ma ricordo che in analogico l'antenna non entrava nella tv ma passava dal vcr per avere qualità audio/video ottimale). cosa ne pensa, e nel caso come dovrei fare i collegamenti? grazie ancora e buona serata.

Soluzione di Piersan il 04 novembre 2010 alle ore 17:58:55

No, non credo che facendo passare il segnale (di antenna??) nel videoregistratore la situazione possa migliorare. Se il videoregistratore non ha il digitale terrestre incorporato, non serve neanche collegarlo all'antenna. Provi a cambiare l'uscita da RGB a CVBS per ridurre o eliminare il rumore di fondo. Per i problemi di ricezione, le consiglio di distanziare la logaritmica dalla parabola e verificarne l'esatto puntamento verso i ripetitori di Teggiano.

Commento di daltogiuseppe del 05 novembre 2010- alle ore 10:05:26

innanzitutto ho votato come "pefetta" la sua assistenza quindi merita pienamente le 5 stelline. detto questo ieri sera ho provato a fare come mi ha detto e in parte il rumore si è ridotto ma permane lo stesso. ho avuto un miglior effetto distanziando il decoder satellitare dal dtt, chissà forse interferivano tra loro. ora pare che la situazione vada un po' meglio, ma il risultato migliore l'ho ottenuto quando ho provato a collegare un altro dtt che mi sono portato da casa (un humax con scheda in luogo di uno zapper econominco che attualmente ha mia madre). credo a questo punto che cambiare il dtt sia davvero il minimo che possa fare. molti mi parlano del tvsat visto che mia madre ha sia l'antenna terrestre che la parabola. cosa ne pensa a tal proposito? le auguro una buona giornata

Soluzione di Piersan il 05 novembre 2010 alle ore 11:46:11

Come immaginavo, il rumore è prodotto per via di un difetto o scarsa qualità del decoder, una componente del video "passa" nell'audio e diventa udibile; cambiando il sistema video il rumore si attenua. Cambiando decoder sparisce... Humax è sicuramente un ottimo costruttore. TivùSat è la soluzione per chi riceve pochi canali digitali per via terrestre, anceh dopo lo switch off. Con questa piattaforma satellitare, che richiede un decoder apposito (ad es. lo Humax Combo 9000 Tivù) si possono vedere tutti i 13 canali Rai, poi i Mediaset (compresi La 5, Iris e Boing), La 7 e altri. E' gratuita, salvo ilcosto del iniziale del decoder con la scheda (da 90 a 140 euro). Non prevede obbligatoriamente l'abbonamento alla Rai, ma... dovendo l'utilizzatore attivare la scheda per via telefonica dando tutti i suoi dati, anceh il codice fiscale, è facile immaginare che questo significa un autodenuncia di possesso di tv e apparati di ricezione, quindi è consigliabile che la scheda venga attivata a nome di un abbonato Rai... Grazie a lei per il voto!

Soluzione di Piersan

Guru

techassistance.it

Vota la soluzione:

Sto salvando...
Posta la tua soluzione

Sai come risolvere questo problema?

Condividi la soluzione con gli altri utenti di Techassistance

Non hai trovato la soluzione che cercavi? continua a navigare nelle categorie: Decoder / dtt / player - Decoder digitale terrestre


Decoder digitale terrestre, Media player, Lettori portatili, Lettori DVD, Dispositivi Blu Ray, HDD Recorder, Moduli Cam, Decoder satellitari...



    • Assistenza a domicilio
    • Se hai un problema tecnologico per il quale necessiti dell'intervento di un tecnico specializzato, puoi utilizzare il nuovo servizio "Assistenza a domicilio". Potrai così contattare i tecnici specializzati Techassistance che risiedono nella tua zona per chiedere loro un preventivo gratuito su un intervento di assistenza direttamente presso la tua abitazione.

      Voglio saperne di più..

© Copyright 2010 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa. Tutti i diritti sono riservati Contatti: info@techassistance.it • Informativa sulla Privacy • Condizioni di utilizzo